Finalmente è arrivato il giorno più green dell’anno!

Il 17 Marzo infatti, in occasione dei festeggiamenti di San Patrizio, tutto il mondo si tinge di verde, dalle strade ai fiumi, ai maggiori monumenti delle città, oltre che alle birre, ai panini, all’abbigliamento delle persone, alle decorazioni di case e negozi, insomma tutto è pronto per festeggiare al meglio questa festa irlandese.

CHI ERA SAN PATRIZIO

Patrizio, il cui vero nome è Maewyin Succat, nacque in Britannia alla fine del quarto secolo Dopo Cristo.

All’età di 16 anni fu rapito da dei predoni irlandesi e fu venduto come schiavo al Re del Dal Rietache, dove rimase prigioniero per sei anni durante i quali apprese la lingua gaelica e la mitologia celtica, ma soprattutto maturò la sua conversione al cristianesimo. Terminati i sei anni di prigionia, Patrizio riuscì a fuggire dal re e tornò così dalla sua famiglia, decidendo di prendere gli ordini Sacri, divenendo così prima diacono e poi sacerdote.

In seguito a tutto ciò, si recò in Gallia dove San Germano d’Auxerre lo consacrò Vescovo, mentre Papa Celestino I gli affidò l’evangelizzazione delle isole britanniche e soprattutto dell’Irlanda. Così nel 431- 432 Patrizio iniziò il suo apostolato nelle terre Irlandesi, all’epoca quasi tutte pagane, diffondendo il Cristianesimo attraverso un nuovo insegnamento, la sua idea infatti fu quella di mescolare l’insegnamento cristiano con le tradizioni celtiche, per rendere il messaggio più accettabile, e grazie a tale idea, secondo la leggenda, nacque così la croce celtica, data dall’unione di una croce cristiana con il simbolo celtico del sole.

Patrizio fu spesso minacciato di morte, catturato e condannato e nonostante questo riuscì comunque a portare avanti la sua missione. Girò tutta l’Irlanda predicando, fondando abbazie e monasteri, e dando soccorso ai bisognosi, operando addirittura molti miracoli. Con lui nacque la corrente del Cristianesimo Celtico. Fece un lungo pellegrinaggio fino a Roma e al ritorno si stabilì nell’Irlanda del Nord. Non si sa con precisione dove morì ma, la data della sua morte è segnata da molti studiosi il 17 marzo 461. Secondo la leggenda il suo corpo fu affidato a una coppia di buoi che, senza guida, lo depose a Down , nell’Irlanda del Nord.

Patrizio è così diventato il Patrono d’Irlanda, insieme ai santi Columba e Brigida, ed è venerato come Santo sia dalla Chiesa cattolica che da quella ortodossa.

LEGGENDE SU SAN PATRIZIO

Molti sono i miti che avvolgono questo santo da un alone di mistero, senza dubbio grazie a questi di seguito citati farete bella figura a qualsiasi party irlandese.

  • La leggenda più famosa è quella che racconta del periodo di digiuno praticato dal Santo per 40 giorni e 40 notti sul monte Croagh Patrick, qui Patrizio, venne attaccato da un gruppo di serpenti che riuscì a scacciare in mare solo al termine del quarantesimo giorno scagliando una campana ai piedi del monte che impaurì i serpenti facendoli fuggire. La leggenda spiegherebbe la completa assenza dei rettili nell’isola.
  • Un’altra delle più popolari leggende che riguardano il Santo patrono è senza dubbio quella legata all’origine del trifoglio (Shamrock) come simbolo irlandese. Si dice che San Patrizio avrebbe utilizzato il trifoglio per illustrare ai pagani il concetto cristiano della trinità di Dio, richiamando il valore del numero tre nella mitologia celtica.
  • Una leggenda invece meno nota è quella che riguarda Il biancospino. Secondo la leggenda, fuggito dalla schiavitù in Irlanda, Patrizio si diresse direttamente in Francia. Avendo deciso di visitare suo zio a Tours, doveva attraversare la Loira e ovviamente non era provvisto dei mezzi necessari per farlo. Trovò, tuttavia, che la sua mantella sarebbe stata un’ottima zattera, così, una volta raggiunta la riva opposta, Patrizio appese il suo soprabito a un cespuglio di biancospino ad asciugare. Nonostante fosse pieno inverno, la pianta iniziò a fiorire. Da allora il biancospino fiorisce d’inverno.
  • un’altra leggenda riguarda il famoso pozzo di San Patrizio, si racconta che Patrizio fosse custode di una grotta senza fondo, il celeberrimo Pozzo di San Patrizio. Secondo quanto si racconta, la famosa grotta fu indicata da Cristo a San Patrizio in modo tale da poter mostrare le pene dell’Inferno ai fedeli che avessero raggiunto il fondo, ottenendo in cambio la remissione dei peccati. La grotta, murata per volere di Alessandro VI nel 1497, era localizzata su un isolotto del Lough Derg, dove in seguito fu fatta costruire una chiesa, oggi meta di pellegrinaggio penitenziale.
  • Fra le tante persone che Patrizio incontrò si dice che riuscì ad incontrare e cristianizzare pure il bardo Oisin delle gesta dei Fianna.
  • La leggenda senza dubbio più affascinante su San Patrizio riguarda tuttavia i folletti, chiamati Leprechaun, in irlandese. Il leprechaun, detto anche Leith Bhrogan è il più popolare folletto d’Irlanda. La tradizione lega questi piccoli uomini barbuti direttamente al santo, di cui furono seguaci. Si racconta che i folletti custodissero un segreto: erano infatti i soli a sapere dove si trovassero le pentole d’oro alle estremità degli arcobaleni. Per questo motivo nel giorno di San Patrizio, il 17 marzo di ogni anno, la caccia ai folletti è tradizionalmente aperta. I bambini, nella notte dedicata al santo, lasciano del latte sui davanzali delle finestre per richiamare i folletti e la loro magia.

MIRACOLI DI SAN PATRIZIO

Si racconta che quando un uomo avido negò al santo e ai suoi seguaci l’uso del suo campo per riposarsi e pascolare i buoi, Patrizio reagì impartendo una maledizione al terreno. Il santo profetizzò che su quel suolo non sarebbe cresciuto più nulla. E così accadde. Quello stesso giorno il campo fu inondato dalle acque del mare e rimase per sempre sabbioso e arido.

Un secondo miracolo di tradizione cristiana racconta la tradizionale guarigione di un cieco. Un giorno un cieco si recò da Patrizio chiedendo che il santo lo curasse. Avvicinandosi inciampò più volte fino a cadere e fu per questo deriso dai seguaci di Patrizio. Fu allora che il cieco guarì e tornò finalmente a vedere, mentre coloro che lo avevo deriso persero la vista.

LA FESTA

Il 17 marzo essendo la data in cui morì San Patrizio, è stata scelta come data per la festa nazionale d’Irlanda (Saint Patrick’s Day o ‘Paddy’s day’ per gli inglesi) ed è una festa celebrata anche in altri paesi del mondo, soprattutto dove c’è una significativa immigrazione Irlandese. La festa di San Patrick si è diffusa infatti in tutto il mondo grazie alle sue parate e alle sue connotazioni di allegria, baldoria e bevute rigorosamente a base di birra (possibilmente Irish).

I primi festeggiamenti del St. Patrick’s day non avvennero in Irlanda ma bensì in America più precisamente a Boston nel 1737.

La prima parata in onore di St Patrizio si tenne a New York nel 1762 da un gruppo di soldati irlandesi che mentre si stavano dirigendo a festeggiare in una taverna decisero di dare spettacolo marciando dietro la loro bandiera con melodie. Nacque così l’idea della parata.

In Irlanda la festa è nata come festa religiosa infatti fino agli anni ’70 i pub chiudevano in questa giornata, mentre dal 1995 divenne festa nazionale in Irlanda con la prima parata che venne fatta nel 1996 di un solo giorno, mentre dal 1997 i giorni di festa divennero 3 e dal 2000 divennero 4.

Il Festival più grande si svolge a Dublino nel sito ufficiale della manifestazione potete trovare tutte le informazioni utili per programmare al meglio la vostra giornata, ricordatevi che la parata è molto lunga come potete vedere dalla mappa nel sito e che non è a pagamento perciò si consiglia di arrivare con largo anticipo anche verso le 10 la mattina. PS: Fáilte go Féile Phádraig 2022, Baile Átha Cliath, Éire! (Benvenuti al giorno di San Patrizio 2022, Dublino, Irlanda!), è il saluto rivolto a tutti coloro che intendono partecipare al festival irlandese.

A Cork si svolge il Carnival of the fools, mentre altre parate si possono trovare a Galway, Belfast e Down, e ad Armagh. Molto caratteristiche sono anche le sfilate per le vie cittadine di Montrral, New York, Chicago e Boston.

In Italia ci sono festeggiamenti un po’ in tutte le città anche se le manifestazioni principali sono due: Irish Fest e il Festival Irlandese. Su questo sito invece potete trovare tutte le varie attività svolte nelle diverse città italiane per questa giornata di festa.

Regole per festeggiare San Patrizio

  • Vestirsi di verde
  • esagerare con accessori come barba finta, cappelli, occhiali..ecc.
  • Disegnarsi trifogli sulle guance o bandierine dell’Irlanda
  • Nails art e trucco a tema st. patrizio

Alcune Drinking Songs tipiche di questa giornata:

  • A pub with no beers
  • The Irish Rover
  • The Wild Rover
  • The Molly Malone
  • Whiskey in the jar
  • Beer, beer, beer
  • Finnegan’s Wake
  • Wearing of the green

GLOBAL GREENING

Il Global Greening è un’iniziativa culturale promossa dal Turismo Irlandese per celebrare la festa di San Patrizio, ma anche per portare nel mondo un messaggio di amicizia, vicinanza e speranza.

Tra i partecipanti che si coloreranno di verde, spiccano alcuni posti curiosi e da record. Come una cassetta delle lettere in cima alla Øretoppen Mountain in Norvegia, 350 km sopra il Circolo Polare Artico, il più a Nord; la fontana più grande del mondo, The Palm Fountain a Dubai; l’edificio più alto del Sud America, la Torre Costanera del Cile.

Il primo Global Greening si è tenuto 12 anni fa con l’illuminazione della Sidney Opera House, in Australia. Oggi, è un evento mondiale che ha coinvolto, nel 2021, 440 siti nel mondo e diversi beni in Italia.

Qui troverete l’elenco in PDF di tutti i siti Global Greening di tutto il mondo.

Se hai avuto la fortuna di visitare uno di questi monumenti durante l’iniziativa posta la tua foto con l’ hashtag ufficiale #globalgreening.

CURIOSITA’

  • Oltre ad essere patrono d’Irlanda, San Patrizio è il patrono della Nigeria
  • Secondo la leggenda chi bacia la Blarney Stone riceve il dono dell’eloquenza
  • originariamente il colore non era verde ma blu
  • porta fortuna trovare un quadrifoglio, vestirsi di verde e mandare una cartolina agli amici
  • si usa consumare bevande alcooliche e birra verde
  • in alcune città americane durante questo giorno vengono dipinte di verde le strisce pedonali e si colora anche il fiume Chicago
  • la leggenda vuole che sia stato San Patrizio a cacciare i serpenti dall’Irlanda, lanciando, dopo un digiuno di 40 giorni, una campana da una montagna il cui rumore avrebbe scacciato per sempre i serpenti
  • Oggi con l’espressione Pozzo di San Patrizio ci si riferisce ad una riserva misteriosa e piena di ricchezza
  • Anche il parco divertimenti Disneyland illumina il suo castello di verde inserendo la parata Disney a tema S. Patrizio all’interno dei propri programmi di festività importante tanto quanto quella di natale

Dove festeggiare in italia (irlanda in festa, irish fest carrara)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.