Che le danze abbiano inizio!!!

Con l’arrivo del nuovo anno torna immancabilmente la festa più pazza dell’anno: il carnevale!

Maschere, coriandoli, frittelle e stelle filanti ecco a voi gli ingredienti per un mix di felicità!

Nei paesi di tradizione cristiana, il Giovedì Grasso viene considerato come il primo dei sei giorni di festeggiamenti del Carnevale che culmineranno con il Martedì Grasso. E’ una giornata chiave del Carnevale, in quanto essendo il primo giorno in cui si da il via ai festeggiamenti, ogni maschera è la benvenuta nelle varie piazze del mondo ed accolta con feste, balli e sfilate.

Il significato del nome dato a questo giorno, ovvero Giovedì Grasso, lo si può ritrovare nell’antica abitudine di celebrare banchetti ricchi per far scorte di cibo per lo più “grasso” in vista del periodo di “magro” della Quaresima, periodo questo, fatto di sacrificio e di digiuno, composto da un solo pasto al giorno e astinenza dalle carni.

Il Giovedì Grasso è l’inizio del proprio Cammino Santo che conduce alla Pasqua.

La data in cui si festeggia il Giovedì Grasso dipende da quando cadrà nell’anno il Carnevale, essendo quest’ultima una festa che dipende dall’andamento della Pasqua, ed essendo la Pasqua una festa mobile poiché dipende dal plenilunio della primavera, tutti questi eventi sono variabili di anno in anno ma sempre compresi tra la fine del mese di Febbraio e metà del mese di Aprile.

Il Giovedì Grasso non dà il via ai festeggiamenti del carnevale in tutto il nostro stivale, infatti nell‘Arcidiocesi di Milano, che segue il rito ambrosiano e non quello romano, la Quaresima inizia la Domenica dopo il mercoledì delle Ceneri, questo fatto sembra essere legato ad una leggenda in cui si dice che Sant’Ambrogio (vescovo di Milano nel V secolo), in ritorno da un pellegrinaggio, chiese alla popolazione di aspettare il suo arrivo prima di celebrare la Quaresima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.